Remake ci sarà: a Fabriano, un evento online e offline, tra tradizione e innovazione

E’ ufficiale, Remake ci sarà: dal 03 al 06 settembre, si terrà la terza edizione del Festival delle Arti e dei Mestieri Digitali, erede della Mostra dell’Artigianato.

L’evento si svolgerà con una formula almeno in parte digitale, e se possibile con la presenza fisica di espositori e visitatori: i momenti di formazione e di networking si terranno tutti online, come anticipato dall’Assessore alle Attività Produttive Barbara Pagnoncelli.

L’intenzione è invece di effettuare in forma fisica la Mostra Mercato, sfruttando gli spazi al chiuso offerti dai suggestivi palazzi del Centro Storico di Fabriano, che danno la possibilità di monitorare gli accessi in forma contingentata. Se non dovesse essere possibile, anche la Mostra Mercato si svolgerà in forma digitale, sfruttando le nuove tecnologie per mettere in contatto gli espositori con i potenziali clienti: al centro, l’obiettivo di coinvolgere tanti espositori (furono 90 l’anno scorso) e dare un’opportunità di ripresa e rilancio ad artigiani, creativi, produttori agroalimentari.

Nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale e sugli assembramenti che saranno man mano definite dal governo, Remake offrirà comunque un calendario ricco di appuntamenti, dedicati alla riflessione sul Pianeta.

Cambiamento climatico, economia circolare, energie rinnovabili, filiere corte e intelligenti, gli sconvolgimenti sociali ed economici determinati dal Covid-19: tanti aspetti di una battaglia globale per assicurare un futuro all’Umanità, e che saranno discussi a Remake, tra tecnologia, rispetto dell’ambiente e vicinanza tra i popoli, nello spirito di Fabriano Città Creativa UNESCO.

L’invito è quindi a “restare connessi”, per scoprire tutte le iniziative che saranno annunciate nelle prossime settimane.

Leggi l’intervista dell’Assessore Barbara Pagnoncelli sul Resto del Carlino

 

Una risposta a “Remake ci sarà: a Fabriano, un evento online e offline, tra tradizione e innovazione”

Rispondi a Lucia Cucchi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *