Remake 2019: Fabriano capitale dell’artigianato e dell’imprenditorialità

Ed è ufficialmente aperto il cantiere per la seconda edizione di Remake Festival! 

Nella mattinata del 17 Giugno, presso l’Oratorio della carità di Fabriano, abbiamo presentato alla stampa le novità dell’edizione 2019 del festival: a fare gli onori di casa, l’Assessore alle Attività Produttive Barbara Pagnoncelli.

Che cosa vogliamo costruire? Remake sarà spazio ricreativo, espositivo e di incontro fra le realtà che rendono vivo e vitale il territorio: dalla scuola e la formazione, fino all’ambito imprenditoriale ed economico. Un punto di riferimento per l’artigianato, nello spirito con cui siamo diventati Città Creativa UNESCO.

La forza del network

Il punto di forza di questa edizione sarà proprio il grande coinvolgimento del mondo imprenditoriale e degli artigiani: ieri con noi, a presentare le novità di Remake, c’erano infatti la Camera di Commercio delle Marche, CNA, Confartigianato, Confindustria, Confcommercio, l’Associazione Commercianti del Centro Storico.

Oltre alle associazioni di categoria, parteciperanno anche Meccano, lo storico centro di trasferimento tecnologico del nostro territorio, ESG89, una rete di networking tra imprese che promuove lo scambio di esperienze tra aziende umbre e marchigiane, la Fondazione Carifac e le scuole del territorio.

Un progetto che nasce e mette in rete, non a caso con il tema del Network che attraverserà le quattro giornate: Network delle competenze per il giovedì, Network 4.0 per il venerdì, Network sociali per il SABATO, Network come contaminazione la domenica.

Trasversale, il tema del Network tra città, con l’idea di coinvolgere in ciascuno dei 4 giorni le Città Creative UNESCO italiane in momenti di confronto su progetti e iniziative di successo che potrebbero essere replicate a Fabriano.

Costruire il progetto persona

Anche in questa edizione, non mancheranno incontri formativi e di orientamento, rivolti a studenti e creativi: dalla scelta delle superiori ai mestieri del futuro, dall’impresa a scuola a workshop sui mestieri creativi, il palinsesto di Remake aiuterà i giovani del territorio a costruire il loro “progetto-persona”, a partire dal Laboratorio che Camera di Commercio e UNIVPM organizzeranno sul tema delle Hard e soft skills per affrontare i nuovi mercati del lavoro.

Remake your business

Dietro questa squadra, l’idea di trasformare Fabriano nel posto a cui pensare quando si parla di imprenditorialità: al Palazzo del Podestà vi aspetterà il padiglione Remake Your Business, un luogo in cui piccole imprese, artigiani e giovani startup avranno l’assistenza di esperti di innovazione tecnologica, incentivi fiscali, fondi europei e finanziamenti agevolati.

Uno spazio pensato per aiutare chi fa impresa a crescere e chi vuole provare a costruire il suo progetto a trovare tutte le informazioni per partire al meglio, grazie alla presenza di attori come i Punti Impresa Digitale delle Camere di Commercio e i Digital Innovation Hub delle associazioni di categoria, che nella giornata di venerdì proporranno anche dei workshop specialistici sulle nuove tecnologie.

Appuntamento per gli imprenditori anche con la mostra “Fabriano Industry Elements “, promossa da Confindustria Marche Nord per raccontare 8 secoli di industria fabrianese, e che ospiterà anche incontri e iniziative, e per il recupero degli antichi mestieri artigiani e agricoli, con i progetti di Fondazione Carifac.

Da locali a globali grazie all’innovazione

ESG89 e Meccano sono al lavoro per una giornata in cui favoriranno lo scambio di esperienze sull’innovazione 4.0 e la creazione di contatti e opportunità di business tra startup, imprese del territorio e grandi aziende.
Venerdì 06 settembre saranno quindi a Fabriano imprese del calibro di Brunello Cucinelli e del gruppo Vetrya (la “Google italiana”, una delle più importanti web companies del nostro Paese) dall’Umbria, e Fileni, il gruppo Sigma, la Nuova Simonelli e il gruppo Filippetti dalle Marche.

Aziende nate sul territorio e diventate grandi grazie alle nuove tecnologie: storie e casi pratici, che potranno essere d’ispirazione per crescere.

Nel pomeriggio, le imprese partecipanti saranno coinvolte in un B2B tra startup e grandi aziende, che potranno scoprire le “nuove promesse” dell’economia marchigiana (scopri di più).

Un evento da vivere a tutto tondo

Anche dal punto di vista di allestimento le sorprese saranno molte: l’allestimento che porterà la manifestazione lungo il Corso, la Piazza del Comune e i complessi storici, anche sfruttando i Padiglioni della Creatività creati per la Conference UNESCO.

Il Sabato verrà inaugurata la “Notte Arancione”, in occasione dello spettacolo musicale che animerà la terza giornata di Remake: per questa occasione l’Associazione dei Commercianti del Centro Storico parteciperà con lo “Sbaracco”, e le attività commerciali rimarranno aperte con orario continuativo anche dopo cena.

Artigiani, hobbisti e imprese agroalimentari potranno esporre i loro prodotti Sabato 07 e Domenica 08 in location assolutamente centrali, in una città più che mai viva e attiva: tra l’altro, è ancora possibile richiedere gratuitamente di esporre presso Remake, compilando e inviando la domanda prima del prossimo 28 giugno (link). Ci saranno anche le eccellenze artigiane di CNA e della Via Maestra di Confartigianato, che Fabriano ha incontrato in questi giorni durante la Conference UNESCO.

Una intensa campagna di comunicazione, online e offline, accompagnerà il cammino verso REMAKE: il sito che state leggendo sarà molto presto popolato di contenuti, idee, spunti ed eventi, e Remake arriverà anche sulla costa e in Umbria, in occasione di fiere ed eventi, per coinvolgere il pubblico più ampio possibile, grazie alla collaborazione con Confcommercio.

Remake 2018: qualche numero della prima edizione

Remake 2019 è il festival delle arti e dei mestieri nell’era digitale: 2° salone dell’artigianato, raccoglie 30 anni di tradizione di mostra dell’artigianato rilanciandola verso l’innovazione.

La seconda edizione del festival si svolgerà a Fabriano dal 5 al 8 settembre, città creativa UNESCO per l’artigianato e le tradizioni della carta. 

Il progetto nasce, nel 2018, con la volontà di trasmettere i valori di creatività come fonte d’arte e lavoro, dare visibilità alle produzioni artigianali di eccellenza delle Marche, e del Made in Italy, raccontare i mestieri antichi e rinnovarli nella modernità. 

La prima edizione ha visto coinvolti i plessi e le piazze più belle del centro storico della città di Fabriano. Valorizzando le vocazioni dei luoghi, si sono svolti spettacoli, conferenze, incontri: la città è stata per quattro giorni un punto di incontro fra arti, mestieri e culture diverse, unendo tradizione, innovazione e territorialità.

La passata edizione ha visto la presenza di 90 espositori dell’artigianato in 7 poli espositivi.  A loro si sono uniti più di 70 ospiti e relatori ai convegni, 28 convegni in 4 giorni, 15 laboratori e workshop pratici, 2 grandi performance artistiche.

A Remake abbiamo parlato di imprese, start-up, innovazione e comunicazione, ma anche di aggregazione sociale, con mostre, esposizioni, concerti, degustazioni e laboratori della creatività per bambini e ragazzi organizzati dalle molteplici associazioni fabrianesi.

All’interno del palinsesto dell’edizione 2018, è stato davvero di successo l’appuntamento b2b organizzato presso il F-Hub co-working nel complesso Le Conce. Un’importante evento di networking che ha creato interessanti relazioni e momenti di scambio fra 40 aziende storiche e strutturate del territorio insieme a 40 giovani startup.

Grazie alla collaborazione con il Dipartimento di Sociologia dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, è stato possibile raccogliere diversi dati riguardo l’andamento della manifestazione.

Le tane attività organizzate hanno permesso di coinvolgere utenti dai 16 agli oltre 75 anni, con buone percentuali, che sono arrivati da tutto il centro Italia.

Gli utenti hanno evidenziato come il festival sia un’occasione preziosa e necessaria per il rilancio delle  filiere produttive e creative del nostro territorio.

Il main theme dell’edizione 2019 sarà quello del NETWORK, della rete come strumento per rispondere alle nuove contrapposizioni, declinato in quattro giorni di eventi, seminari, workshop e laboratori: parleremo di Network tra Competenze, Network tra Tecnologie 4.0, Network Sociali, Network di Contaminazione artistica e culturale.

Per rimanere aggiornati sul programma del festival e conoscere quali saranno gli ospiti Vip dell’edizione 2019 seguiteci sul nostro sito e sui canali social dedicati e iscrivetevi alle varie iniziative. Vi aspettiamo a Fabriano!